TOH, E’ NATA UNA DISCARICA CHE SI CHIAMA VALPESCARA!

SitoRaccoltaChietiscalo_bas_ris
Oggi la Forestale ha sequestrato una decina di ettari di aree golenali lungo il fiume Pescara dove erano stati scaricati 400.000 mc di terre da scavo di cantiere. Secondo me quello che si dovrebbe chiarire è come sia possibile scaricare quella montagna di materiale, da cantieri stranoti come quello di IKEA (che ha capitozzato una collina!), senza che nessuno si sia accorto di nulla. Tranne noi ambientalisti!
Da anni vedevamo crescere questi mucchi di terra e puntualmente denunciavamo la situazione di aggravio del rischio (perché l’acqua che dovrebbe occupare quelle aree durante le piene viene scaricata a valle). Ricordo comunicati stampa e commenti in TV da almeno 5-6 anni. Rilasciai un’intervista alla RAI (se non ricordo male con Alice Cercone del TG3 Abruzzo) addirittura sul posto. Non si poteva intervenire prima? Magari alle autorità sarebbe bastato leggere i giornali o vedere la TV, oppure guardare oltre il cruscotto… Stiamo parlando di Chieti scalo, del ponte della Fascine, dove passano decine di migliaia di persone al giorno.
Aggiungo che anche l’area a nord del fiume, all’altezza del casello dell’autostrada, fu rialzata di metri con scarichi di decine di migliaia di mc. tanto è che da anni chiediamo di rivedere le mappe del rischio perché le quote dei terreni sono state alterate.
Per non parlare degli scarichi di rifiuti speciali, anche tossici, depositati per ettari da decenni praticamente al bordo dei marciapiedi dell’area industriale, come abbiamo dimostrato il 22 dicembre scorso con la scena surreale della vanga con cui abbiamo raccolto campioni di terreno per il Prefetto.
La Commissione d’Inchiesta sui Rifiuti del Parlamento già nel 1997 parlava dell’area di Chieti scalo, con l’interessamento dei Casalesi nel 1995 (a Chieti scalo e contrada Aurora di Cepagatti).
Sono passati due decenni e ci ritroviamo, grazie anche ad una diffusa omertà e menefreghismo, con un’enorme discarica che si chiama Valpescara.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...